Trasversale delle Serre e 106, il tavolo operativo si sposta a Roma

Chiaravalle, Sabato 12 Maggio 2018 - 15:58 di Redazione

Il tavolo per la Trasversale delle Serre e la Statale jonica 106 si sposta a Roma. E i cittadini e i sindaci delle Serre, delle Preserre e del Basso Jonio saranno, finalmente, protagonisti e parte attiva del confronto con Anas, finalizzato a velocizzare i tempi di realizzazione delle due opere. Un confronto che, grazie all'impegno diretto della senatrice del Movimento 5 Stelle Silvia Vono, prenderà il via già il prossimo 21 maggio. In quella data si terrà, infatti, nella capitale un primo incontro operativo presso la direzione generale della società per le strade, aperto alla partecipazione degli amministratori locali interessati. E' quanto emerso dalla riunione che si è svolta oggi presso il Palazzo di Città di Chiaravalle Centrale. Una iniziativa promossa, congiuntamente, dal sindaco Mimmo Donato e dal Comitato “Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato”, alla presenza di sindaci e consiglieri comunali dell'intero comprensorio: Torre di Ruggiero, Davoli, Olivadi, Cenadi, San Vito sullo Ionio, Argusto, Centrache, Vazzano e Simbario. Presenti anche tanti attivisti del Comitato, insieme al presidente onorario del sodalizio, Ulderico Nisticò, che ha portato il saluto di Marisa Gigliotti e Giovanni Sgrò, soci fondatori e membri del direttivo assenti per motivi di lavoro ma presenti con il loro messaggio di vicinanza all'assemblea. A seguire il dibattito anche tanti cittadini di San Nicola da Crissa, Serra San Bruno, Guardavalle, Soverato e Satriano che hanno voluto dare il loro contributo all'iniziativa. Il focus iniziale dei lavori è stato incentrato sugli obiettivi concreti per il rilancio della viabilità nel territorio. Obiettivi già incassati o previsti nell'immediato. E' stata la senatrice Vono a fissare l'attenzione sui risultati raggiunti negli ultimi due mesi: lo sblocco dei cantieri nel tratto di Trasversale “ex Cavalleri” a Monte Cucco e a Vazzano (lavori consegnati martedì scorso e in imminente fase di riavvio); l'ammodernamento della statale jonica tra Soverato e Guardavalle, con fondi di manutenzione a disposizione del compartimento Anas Calabria; la firma sulla convenzione per la messa in sicurezza della 106 nel territorio di Davoli, da far partire prima della stagione estiva. Lunga e dettagliata la successiva relazione del presidente del Comitato, Francesco Pungitore, sullo stato di avanzamento dei lavori lungo la Trasversale delle Serre. Già detto dei cantieri “ex Cavalleri”, l'anno in corso prevede: l'appaltabilità del Tronco I – lotto I – stralcio I (superamento del cimitero di Vazzano per 6,42 milioni di euro); l'appaltabilità del Tronco I – lotto I – stralcio II (superamento del colle dello Scornari per 14,4 milioni di euro); il riappalto del Tronco V – lotto III bis (bretella per Petrizzi per 2,7 milioni di euro). Nel 2019, invece, partiranno i lavori del lotto unico da Vazzano a Vallelonga, per un importo già finanziato di 128,45 milioni di euro. Numeri e cronoprogramma confermati, nel suo intervento, dal sindaco di Vazzano, Vincenzo Massa. Più complessa, invece, la situazione relativa al tratto di Trasversale compreso tra lo svincolo di Gagliato e lo svincolo di Satriano. In questo caso, infatti, i finanziamenti a disposizione non coprono l'intero appalto. Il che lascia presagire tempi molto più lunghi di realizzazione. Sul punto in questione, è emersa la proposta di dirottare i fondi a disposizione su una soluzione alternativa più immediata: ammodernare il vecchio tracciato della Statale 182, tra Laganosa e Campo Petrizzi, da destinare al transito di camion e pullman fino al raccordo con la bretella di Gagliato, e, parallelamente, allargare e rendere più sicura la provinciale Gagliato-mare, riservandola esclusivamente al traffico leggero. Una proposta che, il 21 maggio, verrà portata a Roma dal sindaco di Davoli, Giuseppe Papaleo, delegato dal voto unanime dell'assemblea a rappresentare gli amministratori comunali del comprensorio. E con lui ci sarà, ovviamente, anche la senatrice Silvia Vono, promotrice dell'incontro con l'Anas, in linea con il suo impegno elettorale “di portare la voce dei territori direttamente a Roma”. La parlamentare pentastellata, anche in qualità di componente della commissione Affari Costituzionali del Senato, intende adoperarsi per “accelerare gli iter autorizzativi delle opere pubbliche, in particolare i tempi per il rilascio dei pareri, con un migliore coordinamento tra enti e istituzioni”.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code